Benvenuti nel sito dell'Istito Comprensivo di Camisano Vicentino !

per accedere al vecchio sito cliccare qui

 

Scuola Infanzia "Rodari"


scuola infanzia Rodari - Camisano

via Ponte Napoleone n. 2      36043 Camisano Vicentino (VI)
telefono/Fax +39 0444-611812   

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Finalità formative ed educative   L’infanzia rappresenta un’età importante nella fase evolutiva dell’Individuo, non deve essere sottovalutato l’apporto decisivo che essa determina nel costruire il percorso di apprendimento che costituisce il substrato ai successivi  ordini di Scuole. Numerose fonti normative e teorie pedagogiche hanno delineato l’identità della scuola dell’infanzia non più come semplice ambiente di vita, ma come una scuola dotata di una propria intenzionalità educativa, pur escludendo impostazioni scolastiche tendenti a rendere precoci gli apprendimenti formali.

La scuola dell’infanzia, liberamente scelta dalle famiglie, si rivolge a tutti i bambini dai 3 ai 6 anni di età ed è la risposta al loro diritto all’ educazione.

La scuola dell’infanzia si pone la finalità di promuovere lo sviluppo  dell’identità, dell’autonomia, della competenza e della cittadinanza.

L’apprendimento avviene attraverso l’esperienza, intesa spesso in modo ludico, attraverso l’esplorazione, i rapporti tra i bambini, i contatti con la natura, gli oggetti, l’arte, il territorio e le sue tradizioni, attraverso la rielaborazione individuale e collettiva delle esperienze.

Progetti ad integrazione del percorso didattico  L’intervento educativo è promosso attraverso progetti che stimolano i campi di esperienza, ossia luoghi del fare e dell’agire del bambino orientati dall’azione consapevole degli insegnanti e che introducono ai sistemi simbolico – culturali:

  • un viaggio lungo un anno

  • laboratorio di ceramica

  • propedeutica musicale

Integrazione alunni diversamente abili e alunni stranieri   La scuola dell’Infanzia pone molta attenzione all' inclusività degli alunni disabili e, mediante l’aiuto del servizio di integrazione scolastica comunale e dell'Azienda Sanitaria Locale, si pone l’obiettivo di aiutare l’alunno e la famiglia nell'affrontare ogni problematica. Per questo  vengono realizzati progetti di aiuto e integrazione. 

La struttura amministrativa dell’Istituto Comprensivo può, su richiesta delle famiglie degli alunni portatori di handicap, aiutare indicando e rendendosi mediatrice al fine di rendere più agevole la richiesta all' U.L.S. di competenza di fornitura di sussidi didattici speciali per alunni diversamente abili. La fornitura di strumenti di vario genere è finalizzata all'inserimento e all'integrazione scolastica. Ne hanno diritto bambini e ragazzi frequentanti tutte le scuole di ogni ordine e grado, a partire dai nidi d’infanzia. Gli strumenti vengono forniti gratuitamente in comodato d’uso. La richiesta deve essere inoltrata da personale tecnico del competente servizio sanitario dell’ASL.

Progetto accoglienza  All'inizio dell’anno scolastico si concorda con la famiglia un percorso di affiancamento di un genitore o di un parente vicino al bambino al fine di guidare e rendere dolce l’inserimento nella scuola e il distacco temporaneo dalle figure familiari. Alla fine del mese di gennaio gli insegnanti procedono alla valutazione dell’inserimento, dell’autonomia, dell’autocontrollo, del rapporto con gli alunni e i compagni; a giugno valutano le competenze globalmente acquisite e il livello di maturazione.
Le valutazioni individualizzate vengono formulate nel documento di valutazione (elaborato in base alle Indicazioni Nazionali) e hanno come riferimento i Traguardi di Sviluppo di ogni Campo di Esperienza.

Progetto continuità   Pur essendo il primo grado di scuola all’interno dell’I.C. la scuola dell'Infanzia usufruisce di tutte le attività della commissione continuità, viene chiamata, quindi, a: 

  • promuovere e curare le attività di accoglienza degli alunni;

  • organizzare i progetti di raccordo per il passaggio da un ordine di scuola ad un altro;

  • favorire scambi tra i docenti dei diversi ordini di scuola per condividere percorsi educativi e didattici all’insegna della continuità;

  • Coordinare i momenti di visita/accoglienza e il passaggio delle informazioni da un ordine all’altro di scuola.

Modello organizzativo e orario scolastico    L’insegnamento è organizzato in attività: nelle sezioni (per età eterogenea) di prevalenza in campi trasversali e nei laboratori (per età omogenea) in campi specifici che li definiscono.     Il tempo scuola è di 40 ore settimanali, organizzato in 5 giorni (dalle ore 08.00 alle ore 16.00, dal lunedì al venerdì).     Il progetto educativo e didattico è coordinato e monitorato da periodici incontri fra le insegnanti, per sezione e per laboratorio.

ORARIO SCOLASTICO Scuola dell'INFANZIA
Lunedì 08.00-16.00
Martedì 08.00-16.00
Mercoledì 08.00-16.00
Giovedì 08.00-16.00
Venerdì 08.00-16.00

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.